HomeMenu

Hamer e l'acqua di mare (o qualsiasi altro rimedio o terapia)

Chiariamo qui il rapporto tra Hamer e l'acqua di mare.

Molto di ciò che viene detto qui viene detto nel libro, in un ordine diverso. È importante non dimenticare ciò che viene detto nella sezione "Dove possiamo cercare aiuto?" (capitolo 9), alla fine del capitolo 7 e ciò che viene detto nel capitolo 11, in particolare nella sezione "La miglior terapia è quella che...".

Conscio, inconscio, automatico

Il nostro corpo ha:

Possiamo influenzare il suo funzionamento automatico in misura e modi diversi. Abbiamo il controllo sulla respirazione (quindi possiamo immergerci per un po'). Abbiamo meno controllo sulla digestione: possiamo solo renderla più facile o più difficile. Lo stesso vale per la guarigione delle ferite: posso lavare le ferite con acqua di mare, applicare calore, ma poco altro. Possiamo prendere coscienza della ferita, ma il corpo utilizza meccanismi totalmente inconsci per guarirla.

In altre parole, nel nostro corpo accadono cose di cui non sappiamo nulla. Ne siamo totalmente inconsapevoli (anche se siamo svegli, non dormiamo da incoscienti).

Cosa ci dice Hamer

Hamer ci dice che esistono reazioni corporee inconsce che vengono scatenate da uno shock e che si evolvono in base all'evoluzione di quello shock (in base alla sua intensità e durata, alla sua cessazione e al tempo trascorso dopo la cessazione). Chiamiamo queste reazioni corporee malattie e le chiamiamo così in base ai loro sintomi.

Spesso abbiamo malattie di cui possiamo essere consapevoli, ma che lasciamo evolvere automaticamente, inconsciamente (ad esempio, un piccolo raffreddore: "Mi passerà"). Così come facciamo con le piccole ferite di cui siamo consapevoli (pungerci con un rosaio): le curiamo un po' e ce ne dimentichiamo.

Grazie ad Hamer possiamo intervenire consapevolmente su malattie gravi causate da shock. Interveniamo sullo shock, perché è la causa della malattia e il suo stato dirige l'evoluzione della malattia.

Lo shock (e i sintomi della malattia) è l'unica cosa di cui possiamo prendere coscienza, i meccanismi che innescano lo shock non li conosciamo, sono totalmente inconsci (come viene generata l'immagine TAC dallo shock? perché ogni tipo di shock colpisce un organo diverso?).

L'organismo non dispone solo dei meccanismi che si innescano con lo shock, ma anche di molti altri meccanismi. Hamer li ha utilizzati quando ha consigliato alcuni rimedi o terapie per influenzare l'evoluzione della malattia, senza modificare lo stato dello shock.

Esistono meccanismi corporei inconsci controllati dagli shock e altri indipendenti da essi.

Così, oltre a cercare di superare lo shock, Hamer raccomandava bagni di acqua salata nelle malattie renali, oppure, una volta superato lo shock, consigliava di assumere stimolanti (tè, caffè), di raffreddare la testa, di prendere farmaci,.... provocando così altri meccanismi corporei inconsci contrari ai meccanismi corporei inconsci regolati dallo shock. Nel primo caso per provocare una maggiore quantità di urina (nonostante lo shock ne provochi di meno), nel secondo per rallentare il meccanismo inconscio che si attiva quando lo shock viene superato.

Questi altri meccanismi corporei inconsci, non guidati dallo shock, possono essere così potenti da eliminare la malattia senza intervenire sullo shock (senza superarlo). È quanto accade ai malati di reni che guariscono bevendo acqua di mare e non curando lo shock che deve aver causato la malattia.

(come spiega la dott.ssa Ilari in questi video). I malati urinano di più, non hanno più bisogno di farmaci o di trapianti. Che i reni funzionino molto meglio con l'acqua di mare - bevuta o iniettata - è qualcosa che Quinton aveva già dimostrato all'inizio del XX secolo con i cani).

Ci ammaliamo inconsapevolmente, per motivi che inizialmente ci sono sconosciuti o che non mettiamo in relazione con la malattia (shock), e possiamo guarire consapevolmente seguendo gli insegnamenti di Hamer (scoprendo qual è stato lo shock, leggendo ciò che Hamer dice che produce quel tipo di shock e ponendovi rimedio), a volte si può guarire grazie a meccanismi inconsci innescati da rimedi o terapie (superando lo shock inconsciamente) e a volte la malattia può rimanere "congelata" (senza superare lo shock), senza aggravarsi o risolversi.

Questi rimedi, terapie (o altro) non ci insegnano a superare lo shock e a non ricaderci, ma sono meglio di niente.

Esempio:

Siamo affetti da cancro al pancreas a causa di un litigio con qualcuno.

Possiamo uscire consapevolmente da quello shock essendo coscienti del fatto che ci sta causando il cancro e ponendo fine alla lotta attraverso il perdono o altro, in modo che il corpo senta che la lotta è finita.

Questo shock può diventare inattivo (e il tumore al pancreas "congelato") se, ad esempio, riceviamo una grossa eredità, andiamo a vivere alle Seychelles e dimentichiamo la nostra vita precedente.

Questo shock può essere inconsciamente risolto (e il tumore al pancreas passare alla fase di guarigione) da un evento casuale o da un rimedio o una terapia.

L'effetto dell'acqua di mare

Come rimedio curativo

L'acqua di mare innesca il seguente potente meccanismo inconscio: poiché tutte le cellule sono immerse in un liquido molto simile all'acqua di mare diluita, poiché le cellule vengono nutrite ed espulse attraverso la loro superficie, tutte le cellule iniziano a funzionare meglio se il liquido che le circonda viene ripulito.

Ciò ha due conseguenze:

  1. A causa dell'influenza del corpo sull'anima, più il corpo è sano, più ci sentiamo bene, e questo ci aiuta a uscire da situazioni ossessive causate da shock.

  2. Poiché una delle operazioni che le cellule compiono è quella di riparare il corpo, la fase di recupero è più intensa e più breve.

Cioè, ci aiuta a passare dalla fase di stress a quella di recupero (è solo un aiuto che potrebbe non essere sufficiente) e, se siamo già nella seconda fase, la rende più intensa e più breve (per questo forse non è consigliabile assumerlo quando si vuole il contrario, per esempio quando il muco - fase di riparazione - ostruisce i bronchi).

L'ho confermato studiando casi clinici e vedendo che quando hanno iniziato ad assumere acqua di mare hanno cominciato ad avere i sintomi della fase di guarigione.

Come rimedio preventivo

Con l'acqua di mare siamo più forti e quindi

- affrontiamo le situazioni in modo da non produrre shock (perché lo stato del nostro corpo influenza la nostra mente),

- o gli shock sono di breve durata e i loro sintomi passano inosservati,

- o eliminiamo rapidamente i sintomi prodotti dagli shock subiti (come una persona giovane ripara le ferite molto più velocemente di una persona anziana).

Un po' come i ricchi:

- la sicurezza che il loro denaro dà loro evita molti shock (liti per piccole eredità, problemi al fegato, svalutazioni,...),

- e se hanno degli shock, sono di breve durata rispetto all'immensità della loro ricchezza,

- oppure se ne liberano rapidamente grazie a forti distrazioni (viaggi, feste,...).

Commenti

- L'acqua di mare è un grande beneficio per la nostra salute, che possiamo usare bene o male (con una buona salute possiamo dedicarci al furto o al lavoro). E possiamo avere più denaro/salute/potere che saggezza nell'usarlo: giovani eredi che sperperano la loro fortuna, vincitori di lotterie, artisti in ristrettezze economiche nella loro vecchiaia.

- Poiché ci ammaliamo a causa dei nostri eccessi (*), avendo un corpo più forte ci ammaliamo meno e abbiamo meno possibilità di scoprirli (se conosciamo anche gli insegnamenti di Hamer).

- Se siamo nella fase di stress, l'acqua di mare può farci entrare nella fase di recupero (non è sicuro), dove ci sono sintomi che, se li interpretiamo male perché non conosciamo gli insegnamenti di Hamer, ci complicano molto la vita.

- L'acqua di mare può darci tempo mentre troviamo una soluzione migliore (ad esempio, per la stitichezza).

I tre livelli

Quando abbiamo convinzioni sbagliate finiamo per avere delle sorprese:

"Pensavo che il segno 40 prima di una curva significasse che mancavano 40 metri alla curva!" Abbiamo la sorpresa di finire all'ospedale per aver affrontato quella curva a 100 km/h.

Hamer e l'acqua di mare
Se usiamo l'acqua di mare (o altri rimedi o terapie) "sulla base" delle scoperte di Hamer, impareremo cosa abbiamo esagerato che ha causato lo shock e la malattia (siamo al livello 2), ma a volte possiamo anche usarla senza tenere conto dello shock (siamo al livello 1). Tutto questo sulla "roccia" delle nostre convinzioni più profonde: chi siamo e cosa stiamo facendo qui (livello 0).

Così come esistono teorie mediche vere (Hamer) e false (quelle ufficiali, patologiche), esistono anche risposte giuste e sbagliate alle domande più profonde. Con le risposte sbagliate, non importa quanta acqua di mare beviamo e quanto sappiamo di Hamer, dedicheremo la nostra vita a cose sbagliate e avremo anche una grande sorpresa al momento della morte.

Le risposte giuste ci aiutano a non avere tanti shock e a entrare prima nella fase di guarigione.

(*)

Che le nostre malattie siano causate dai nostri peccati o dai nostri antenati è inconfutabile. In tutta la Bibbia (Antico e Nuovo Testamento) ne erano convinti (Giobbe, Giovanni 9,...). Fino a 9 generazioni la Bibbia ci dice che i peccati degli antenati sono pagati (se non ricadiamo negli stessi peccati). Non entriamo qui nel merito del grado di colpa che abbiamo noi o i nostri antenati, né del rischio di attribuire la nostra colpa ad altri, né del peccato gravissimo a cui tutto questo può portarci (odiare i nostri genitori).


3/2/2024 Nuovi articoli su 3 livelli terapeutici e Come vivere bene.

22/1/2024 Nuovi articoli su Hamer e farmaci e Hamer e l'acqua di mare.

In Spagna, puoi acquistare acqua di mare a buon mercato in qualsiasi dietetica (per esempio qui), farmacia, e in alcuni supermercati.

O in questo panificio biologico che fa il pane con l'acqua di mare (e lo vende anche).

Ci sono 7 aziende che imbottigliano e vendono acqua di mare perché ci sono molte persone che bevono acqua di mare ogni giorno.

Se diventi una massa critica di persone interessate all'acqua di mare in Italia, appariranno aziende che la venderanno.

Quindi sta a te, condividendo queste informazioni incontrando i tuoi amici, per telefono o sui social network, creare le condizioni affinché queste aziende appaiano e rendano l'acqua di mare ancora più accessibile a tutti.

Copyright  -  Informazioni legali e sicurezza   La preghiera del rosario (meglio se in latino) è la nostra ultima e unica risorsa.
torna su