HomeMenu

Hamer e farmaci

Quando la vita del paziente è in pericolo

In generale, i farmaci agiscono come "simpaticotonici", eccitanti, e quindi hanno senso solo durante la fase di guarigione, per ridurne l'intensità, per prolungarla, in modo da non mettere in pericolo la vita del paziente.

Hamer spiega sul suo sito web che:

"Oltre alle droghe, ai narcotici e ai tranquillanti, esistono due tipi di farmaci:

Il primo gruppo comprende l'adrenalina e la noradrenalina, l'idrocortisone e altri elementi come il caffè, il tè, la penicillina, la digitale e molti altri. In linea di principio si può usare uno qualsiasi di questi se si vuole alleviare i sintomi della guarigione (con la loro vagotonia) e quindi anche ridurre l'edema cerebrale (che è ciò che causa il mal di testa), il che è fondamentalmente una buona idea, ma in eccesso (nel caso della "sindrome del rifugiato") è controproducente.

Il secondo gruppo comprende tutti i sedativi e gli antispastici che aumentano la vagotonia o riducono lo stress simpaticotonico. "

Fonte: germanische-neue-medizin.de/medikationen-2

Per gli artisti

Ci sono persone che devono essere in buona salute a una data e a un'ora precise. Perché sono artisti di un certo spettacolo (calciatori, attori di teatro, cantanti, musicisti,...), o perché sono professionisti con una riunione importante, ecc. In questi casi è molto logico che, se il malato è in fase di recupero (con i suoi fastidiosi sintomi), prenda tutti i farmaci necessari per alleviare questi sintomi e poter rispettare l'impegno, anche se poi dovrà "pagare" con un periodo di recupero più lungo.

Prodotti chimici artificiali (puri)

L'uomo trasforma la natura in misura diversa:

e fino al XIX secolo si utilizzavano solo prodotti chimici naturali (colla, vernice,...).

È solo nella metallurgia (e nella polvere da sparo) che le reazioni chimiche sono state utilizzate per molti secoli.

A partire dal XIX secolo, la produzione e l'uso di prodotti chimici puri (zucchero, sale raffinato, fertilizzanti, medicinali, cosmetici, lubrificanti, combustibili, esplosivi, ecc.

In generale, sono poco costosi da produrre, quindi c'è un ampio margine di profitto se l'acquirente è convinto che gli siano utili ("con questo profumo attirerai più uomini, con questo prodotto ti cresceranno le ciglia, con questo farmaco sarai più sano,...").

Conosciamo già tutti i danni che hanno portato a molti settori in generale: all'agricoltura (con fertilizzanti o pesticidi artificiali), al cibo e al bestiame (con additivi e adulterazioni), alla medicina, alla guerra (esplosivi, veleni), alle droghe sintetiche,...

Per 6.000 anni i nostri antenati non hanno assunto prodotti chimici puri (il più puro era il sale) e noi siamo qui. Non ci viene da pensare che è grazie al fatto di non averli assunti che siamo arrivati qui?

Esempi di inganno

A causa di quanto abbiamo detto sul loro alto profitto, ci sono ancora persone che li producono e li vendono ingannando l'acquirente, e così, ad esempio, vendono il fruttosio senza dire che non è un concentrato di frutta, ma prodotto dal mais, attraverso importanti processi chimici.

E dato il complicato e invisibile funzionamento del corpo, la medicina è una grande opportunità per l'inganno. Anche se il malato assume una sostanza che effettivamente lo danneggia, si può sempre incolpare il malato stesso: che ne ha assunta troppo poca, o troppa, o nel momento sbagliato, o che ha fatto qualcosa per rendere inutile il suo effetto, e così via.

"Il 90% delle ricerche pubblicate in medicina sono false".

Fonte questo articolo di un prestigioso medico e professore delle principali università del mondo. Quanto più falso sarà quello che è solo uno scritto commerciale di un'azienda!

Prodotti contro il cancro

Sappiamo da Hamer che tutti quelli assunti durante la fase di guarigione avranno successo a patto che non interrompano il naturale processo di guarigione dell'organismo. Bevete anche un bicchiere d'acqua!

Prodotti contro gli "agenti patogeni", per "rafforzare il sistema immunitario" ("prevenire la Covid")

Da Hamer sappiamo che i batteri e i funghi sono benefici (e non è dimostrato che i virus esistano). Hamer lo spiega così nello stesso articolo citato sopra:

"A chi crede ancora che il sistema immunitario possa essere rafforzato (con i farmaci, per esempio), posso solo dire che non ha capito la medicina germanica".

Tutti coloro che vendono prodotti chimici (o altro: erbe) "contro" il cancro, "contro" i virus, hanno lo stesso approccio medico "patologo" di chi gestisce il mondo: dove ci sono piccoli esseri che sono nostri nemici, ci attaccano, e noi dobbiamo difenderci da loro o sterminarli. Tutto completamente sbagliato, contrariamente a quanto spiegano Hamer e tutte le medicine antiche.

Prodotti ossidanti, antiossidanti, alcalinizzanti...

La quantità di ossigeno nel sangue o la sua acidità/alcalinità sono solo due parametri del funzionamento del nostro corpo, e grazie ad Hamer sappiamo che molte malattie sono causate da shock, non da alcuni parametri del sangue. E che l'evoluzione di queste malattie dipende soprattutto dalla fine della fase di stress e dal non ricadere nello shock, non dall'evoluzione di certi parametri.

Inoltre, quanto ossigeno possiamo dare all'organismo in una pillola? Altri venditori parlano di assumere "antiossidanti". Cosa ci rimane e non ci sono forse meccanismi di ossidazione (o "riduzione") più importanti che stiamo ignorando?

È risaputo che il limone (un acido) alcalinizza l'organismo, mentre dovrebbe essere il contrario, perché l'alcalino è l'opposto dell'acido. Come possiamo assumere "alcali" quando ci sono paradossi come questo che ci dimostrano che il corpo è più complicato di quanto ci dicono i venditori.

Altri prodotti

Integratori alimentari

Cloruro di magnesio, vitamina C,... forse sono necessari a causa della nostra cattiva alimentazione. Ma prima di dipendere da essi in modo permanente, cercherei di applicare l'adagio delle medicine ancestrali: "Lascia che il tuo cibo sia la tua medicina". E spenderei di più in alimenti di qualità che rendono superflui gli integratori.

Cosmetici

La bocca e gli occhi sono zone del corpo non protette dalla pelle, attraverso le quali qualsiasi cosa usiamo penetra più facilmente. Facciamo attenzione ai loro ingredienti (così come per dentifrici, collutori, creme solari, ecc.).


3/2/2024 Nuovi articoli su 3 livelli terapeutici e Come vivere bene.

22/1/2024 Nuovi articoli su Hamer e farmaci e Hamer e l'acqua di mare.

In Spagna, puoi acquistare acqua di mare a buon mercato in qualsiasi dietetica (per esempio qui), farmacia, e in alcuni supermercati.

O in questo panificio biologico che fa il pane con l'acqua di mare (e lo vende anche).

Ci sono 7 aziende che imbottigliano e vendono acqua di mare perché ci sono molte persone che bevono acqua di mare ogni giorno.

Se diventi una massa critica di persone interessate all'acqua di mare in Italia, appariranno aziende che la venderanno.

Quindi sta a te, condividendo queste informazioni incontrando i tuoi amici, per telefono o sui social network, creare le condizioni affinché queste aziende appaiano e rendano l'acqua di mare ancora più accessibile a tutti.

Copyright  -  Informazioni legali e sicurezza   La preghiera del rosario (meglio se in latino) è la nostra ultima e unica risorsa.
torna su